Avete sempre sognato di camminare nei sentieri delle vostre favole preferite tra orchi, fate, cavalieri e strane creature? Volete rivivere l’emozione di un viaggio nei mondi fantastici di cui tanto abbiamo sentito parlare? Nei dintorni di Torino tutto questo è possibile.

A Sant’Ambrogio di Torino, nel cuore della Valle di Susa ai piedi della famosissima e bellissima Sacra di San Michele, si trova il Bosco delle Meraviglie, il primo “parco emozionale interattivo fantasy” inaugurato in Italia.

L’idea del Bosco delle Meraviglie è quella di ricreare un mondo fantastico dove i bambini, e anche i grandi, possano vivere e scrivere la propria fiaba, mettendo alla prova non tanto le loro capacità fisiche, quanto piuttosto quelle relazionali, della fantasia e delle emozioni. Da qui appunto il nome di parco emozionale.

Camminando nel bosco si incontra il villaggio degli gnomi che si possono vedere nascosti dietro un muretto, il grande albero parlante a cui fare le vostre domande, il mantello dell’invisibilità che funziona solo se si è sinceri e generosi e che sarà utile per nascondersi e scappare dall’orco. Lungo il percorso si possono raccogliere vari ingredienti da cucinare nel grande pentolone della masca e da bere per proteggersi dal lupo mannaro. E durante il tragitto si è accompagnati dagli abitanti del bosco e delle fiabe: gnomi, folletti, fate, cavalieri, lupi, streghe e tanto altro.

Un parco giochi diverso dai soliti, dove la componente magica, meravigliosa ed emozionale è al centro del gioco e dove i bambini e gli adulti, potranno vivere la loro fiaba preferita.

Tratto da: Guida Torino, https://www.guidatorino.com/il-bosco-delle-meraviglie-il-primo-parco-emozionale-ditalia/

Di Emerenziana Bugnone

Socia Monastica Novaliciensia Sancti Benedicti, volontaria culturale e accompagnatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.