Soffitto dell'Abbazia di San Galgano

L’Abbazia di San Galgano è un’Abbazia cistercense, sita a una trentina di chilometri da Siena.

La grande Abbazia, fu realizzata tra il 1220 ed il 1268 nel periodo in cui in Italia si fondevano lo stile Romanico con il nascente stile Gotico di importazione francese.

Il complesso abbaziale è dedicato a San Galgano, un mistico che ricorda molto San Francesco e la sua famosissima conversione.

Galgano Guidotti nacque a Chiusdino nel 1148 da Padre Guido e Madre Dionisia, secondo la leggenda per intercessione dell’Arcangelo Michele.

Fu proprio l’Arcangelo ad apparirgli in sogno per due volte all’età di 32 anni, per sublimare il suo stile di vita piuttosto dedito all’agio e alle frivolezze. Colpito dalle apparizioni, inizia a predicare nella sua zona e sembra che successivamente ricevette dai 12 Apostoli l’ordine diretto di costruire una Rotonda nella zona di Montesiepi, dove ritirarsi a vivere in solitudine.

La famiglia, specialmente la madre e la fidanzata cercarono di distoglierlo dalla chiamata, ma il 21 dicembre del 1180, il suo cavallo si imbizzarrì conducendolo proprio a Montesiepi: egli abbracciò quel chiarissimo segnale del volere divino per la sua nuova vita, ritirandosi in una capanna che divenne il suo eremo, sul cocuzzolo di una collina.

Questo momento di conversione profonda da cavaliere a uomo di Dio, sarà ricordato nei secoli con il miracolo della spada nella roccia: infatti, per segnare la sua nuova vita conficcò la propria spada in una roccia realizzando una croce con l’elsa.

Tratto da: La Storia tra Arte Miti e Leggende – M. Marino

Di Emerenziana Bugnone

Socia Monastica Novaliciensia Sancti Benedicti, volontaria culturale e accompagnatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *