Padre Lino Tieppo S.J. con il Papa
Martedì 28/9 alle ore 20.45 , presso Villa San Pietro a Susa, si terrà una serata di presentazione degli E.V.O.

Gli Esercizi Ignaziani nella vita Ordinaria (E.V.O.) sono un modo nuovo di vivere gli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio di Loyola continuando il ritmo della propria vita di famiglia e di lavoro.

Dalle riflessioni di Padre Lino Tieppo, s.j.:

“Hanno tre filoni: la meditazione-preghiera, il discernimento della volontà di Dio sulla nostra vita, e infine i frutti spirituali a cui conducono.

Il primo della meditazione-preghiera. È l’ascolto e la riflessione sul Vangelo che ci accompagna gradatamente a un incontro personale, intimo e profondo con Gesù Cristo. Occorre avere il desiderio di conoscere il Signore, quindi trovare un tempo di “sosta” quotidiana per la meditazione. Ci si trova in gruppo ogni 15 giorni. Le guide spiegheranno la Parola di Dio da meditare nei giorni successivi e daranno degli scritti per aiutare la meditazione. Spiegheranno anche vari metodi di preghiera adatti al cammino spirituale e alle sue diverse fasi: preghiera meditativa, preghiera contemplativa su Gesù e di assimilazione del suo “cuore”, preghiera per i tempi difficili, preghiera di “comunione” e preghiera per vivere nell’amore.

Il secondo filone di questo cammino: il discernimento spirituale, cioè la ricerca progressiva della volontà di Dio sulla nostra vita. Dio ci ama sempre, anche quando siamo peccatori, e vuole la nostra felicità. Quindi ci aiuta con tutti i mezzi a sua disposizione, in particolare la nostra coscienza, perché ci realizziamo come persone umane e figli suoi. Ma c’è anche il nemico di Dio che vuole il nostro male e tenta, con tutte le furbizie possibili, di allontanarci dalla via che ci porta all’incontro col Signore. Come capire quando è Dio che ci indica la via che ci porta a Lui e alla felicità, e quando invece è il nemico che mischia furbescamente le carte e ci imbroglia? Spesso poi ci presenta il nostro male dipingendolo con il colore del bene. Come discernere chi dei due sta… lavorandoci, soprattutto quando ci sono scelte importanti da fare? È fondamentale imparare a scegliere secondo le indicazioni del Signore. Le guide del gruppo aiuteranno i partecipanti in questo aspetto specifico del cammino.

Il terzo filone di questo cammino: i frutti spirituali degli Esercizi EVO. Cresce progressivamente la conoscenza e il gusto della Parola di Dio. La relazione col Signore Gesù diventa più profonda e più affettuosa. Si impara a creare, nel nostro animo, le condizioni per accogliere il Signore che vuole stare insieme a noi come vero amico. La preghiera diventa colloquio intimo e gioioso con Lui. Conosciamo meglio il nostro cuore e la nostra fede. Facciamo esperienza che Dio è veramente Amore infinito e tenerezza che accompagno ogni nostro passo. Ci sentiamo presi per una mano ferma che ci guida. Gustiamo la sua gioia nel perdonare le nostre debolezze. Sorge forte il desiderio di adeguare la nostra vita alle esigenze del Vangelo. Scopriamo quell’aspetto di Cristo che più ci attira e lo scegliamo come personale missione nella chiesa e nel mondo: la mia vita testimonierà quell’aspetto di Cristo (=identità cristica). Impariamo a vedere noi stessi, gli altri e ogni cosa come dono di Dio, e a vivere la nostra vita all’ombra consolante del suo amore. Incontreremo tanti altri frutti di fiducia, di speranza che cambiano il volto della nostra esistenza”.


Tre persone di riferimento per ulteriori chiarificazioni:

Per il Piemonte: P. Lino Tieppo, gesuita: tieppo.l@gesuiti.it

Per Torino e area metropolitana: Giovanna Teppati: giovmarietti@gmail.com

Per Valle di Susa : Giampiero Gatti : giampyga@live.it

Nella immagine: Padre Lino Tieppo S.J. con il Papa

Di Claudio Bollentini

Presidente di Monastica Novaliciensia Sancti Benedicti - https://www.linkedin.com/in/claudiobollentini/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *