esempio di fore-edge painting

Una delle tecniche meno diffuse di decorazione del libro antico: la pittura sul bordo anteriore.

Nota in inglese come “fore edge painting“, questa tecnica consisteva nel decorare il taglio (il bordo anteriore del libro), per lo più ad acquerello, tenendolo a ventaglio con l’ausilio di una morsa.

Alcuni dei primi esempi di fore-edge painting risalgono al 10° secolo. Questi primi dipinti erano delle semplici decorazioni o disegni araldici realizzati in oro e altri colori. Dipinti a scomparsa, non visibili quando il libro è chiuso, iniziarono a fare la loro comparsa intorno alla metà del 17° secolo. In seguito, questi dipinti diventarono anche più elaborati e composti da illustrazioni a colori di paesaggi, ritratti e scene religiose.

Gli esemplari più antichi sono opera del pittore Cesare Vecellio (1530 – 1600), parente del celeberrimo Tiziano, cui, negli anni 80 del Cinquecento, fu commissionato di dipingere i tagli di alcuni volumi della Biblioteca Pillone di Belluno, in parte ancora conservati.

Fonte: Wikipedia

Di Emerenziana Bugnone

Socia Monastica Novaliciensia Sancti Benedicti, volontaria culturale e accompagnatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *